Lingue di gatto al cacao e cioccolato

Alzi di voi chi non ha mai fatto le lingua di gatto…sono l’unica eh??? Già non le avevo mai fatte, mangiate si, ma fatte mai, chissà poi perchè, non sono male, anzi, solo che quelle che compri sono troppo zuccherate e mi stufano al secondo morso, le ultime non so quanto  sono rimaste nella scatola di latta prima di essere trangugiate da qualche commensale.

Ho sempre pensato che fossero dei bon bon un po’ insulsi fino a che non mi è venuto in mente di ricrearli in versione cioccolatosa ma non con l’idea di  mangiarli con il gelato ma con il tiramisù, in realtà ho usato questi biscotti per creare le iniziali degli amici con cui ero a cena, un’idea carina per personalizzare un piatto.
Peccato però che non avevo la più pallida idea di quanto crescessero…la “d” sembrava una “o”…vabbè lo sforzo è stato gradito, non ne è rimasto uno, ho portato via le pirofile e la scatola di latta pulite come quando le avevo comprate!

Ne escono davvero tanti di biscottini e, sicuramente, in un barattolo di latta si conservano bene se non arrivano mani golose…
Alcune cose prima della ricetta:
non le avevo mai fatte per cui su internet ho letto di tutto, ad esempio non si deve usare lo zucchero di canna (dicono non leghi) gli albumi devono essere a temperatura ambiente, distanziare le forme di cinque cm l’uno dall’altra. Sono molto malleabili una volta cotte per cui gli si può dare una qualsiasi forma…ok io le ho trovate informazioni utili e le riporto così come le ho lette.

Ingredienti:
2 albumi;
75 g di burro;
65 g di zucchero;
65 g di farina;
50 g di cioccolato;
5 g di cacao.

Sciogliere il cioccolato in un pentolino con un goccio di latte o acqua.
Lavorare il burro ammorbidito con lo zucchero (io ho usato zucchero semolato e non a velo), aggiungere gli albumi un po’ alla volta e amalgamare, senza montarli a neve ferma, lavorandoli “a pomata”.
Setacciare la farina e il cacao in questo composto, fino ad esaurimento.
A cioccolato freddo o tiepido aggiungere al primo composto di zucchero, burro e farina, otterrete una consistenza simile a una pomata.
Accendere il forno a 180° C.
Con la sac a poche formare dei biscotti della forma che più vi aggrada tenendo conto che cresceranno di almeno tre volte in larghezza infornare per 5- 10 minuti a seconda della dimensione, un consiglio spassionato è quello di non staccare gli occhi dal forno, essendo un composto al cioccolato non si vede benissimo se si bruciano, per cui bisogna fare attenzione.

Lascia un commento

*